La nostra agenzia ti consente di acquisire tutte le competenze atte alla commercializzazione dei prodotti e servizi delle aree di business di Wolters Kluwer Italia.

IPSOA Quotidiano

Dichiarazioni fiscali: approvato il modello 770/2024

26/02/2024 - L’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello 770/2024, relativo all’anno di imposta 2023, con le istruzioni per la compilazione, concernente i dati dei versamenti, dei crediti e delle compensazioni. Il modello 770 deve essere utilizzato dai sostituti d’imposta, comprese le Amministrazioni dello Stato, per comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati fiscali relativi alle ritenute operate nell’anno 2023, i relativi versamenti e le eventuali compensazioni effettuate nonché il riepilogo dei crediti, nonché gli altri dati contributivi ed assicurativi richiesti. L’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello 770/2024, relativo all’anno di imposta 2023, con le istruzioni per la compilazione, concernente i dati dei versamenti, dei crediti e delle compensazioni. Il modello 770 deve essere utilizzato dai sostituti d’imposta, comprese le Amministrazioni dello Stato, per comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati fiscali relativi alle ritenute operate nell’anno 2023, i relativi versamenti e le eventuali compensazioni effettuate nonché il riepilogo dei crediti, nonché gli altri dati contributivi ed assicurativi richiesti.

Commercialisti: nuovo Codice deontologico in consultazione fino al 10 marzo

26/02/2024 - C’è tempo fino al 10 marzo 2024 per partecipare alla consultazione sul nuovo Codice deontologico della professione: lo ha comunicato il CNDCEC con l'informativa n. 22 del 2024. Il Consiglio Nazionale intende acquisire eventuali osservazioni degli iscritti, dei Consigli degli Ordini e dei Consigli di disciplina, prima di procedere alla definitiva approvazione del Codice deontologico, entro il mese di marzo. C’è tempo fino al 10 marzo 2024 per partecipare alla consultazione sul nuovo Codice deontologico della professione: lo ha comunicato il CNDCEC con l'informativa n. 22 del 2024. Il Consiglio Nazionale intende acquisire eventuali osservazioni degli iscritti, dei Consigli degli Ordini e dei Consigli di disciplina, prima di procedere alla definitiva approvazione del Codice deontologico, entro il mese di marzo.

Commercialisti: pronto il facsimile di autocertificazione per iscriversi al nuovo albo telematico dei CTU

26/02/2024 - Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha messo a disposizione degli iscritti un facsimile di dichiarazione sostitutiva di certificazioni per il perfezionamento della domanda di iscrizione al nuovo Albo telematico dei consulenti tecnici d’ufficio e dei periti presso il tribunale. Le nuove domande di iscrizione all’albo CTU potranno essere presentate dai professionisti esclusivamente nell’arco di due finestre temporali, comprese l’una tra il 1° marzo e il 30 aprile e l’altra tra il 1° settembre e il 31 ottobre di ciascun anno, sempre attraverso la procedura telematica prevista sul Portale. Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha messo a disposizione degli iscritti un facsimile di dichiarazione sostitutiva di certificazioni per il perfezionamento della domanda di iscrizione al nuovo Albo telematico dei consulenti tecnici d’ufficio e dei periti presso il tribunale. Le nuove domande di iscrizione all’albo CTU potranno essere presentate dai professionisti esclusivamente nell’arco di due finestre temporali, comprese l’una tra il 1° marzo e il 30 aprile e l’altra tra il 1° settembre e il 31 ottobre di ciascun anno, sempre attraverso la procedura telematica prevista sul Portale.

CCNL Sanità: le novità del rinnovo per la ricerca sanitaria

27/02/2024 - Per il personale del ruolo ricerca sanitaria e attività di supporto alla ricerca sanitaria, l’Aran con Fp Cgil, Fp Cisl, Fpl Uil, Fials, Nursind, Nursing Up, Cgil, Cisl, Uil, Confsal, Cgs e Cse ha siglato in data 21 febbraio 2024 l'intesa che definisce la sezione-parte specifica del CCNL Sanità 2 novembre 2022 - Triennio 2019-2021. Prevista l'attribuzione di differenziali economici di professionalità. Definiti gli incarichi conferibili e le relative regole di attribuzione. Cambiano le voci che compongono la retribuzione e ridefiniti gli importi mensili degli stipendi per profilo/posizione. Regole di dettaglio disciplinano l'orario di lavoro, il diritto allo studio, il lavoro a termine e gli istituti a cui non si applica il CCNL 2 novembre 2022. Dall’entrata in vigore dell’accordo è disapplicato l’accordo 11 luglio 2019. Per il personale del ruolo ricerca sanitaria e attività di supporto alla ricerca sanitaria, l’Aran con Fp Cgil, Fp Cisl, Fpl Uil, Fials, Nursind, Nursing Up, Cgil, Cisl, Uil, Confsal, Cgs e Cse ha siglato in data 21 febbraio 2024 l'intesa che definisce la sezione-parte specifica del CCNL Sanità 2 novembre 2022 - Triennio 2019-2021. Prevista l'attribuzione di differenziali economici di professionalità. Definiti gli incarichi conferibili e le relative regole di attribuzione. Cambiano le voci che compongono la retribuzione e ridefiniti gli importi mensili degli stipendi per profilo/posizione. Regole di dettaglio disciplinano l'orario di lavoro, il diritto allo studio, il lavoro a termine e gli istituti a cui non si applica il CCNL 2 novembre 2022. Dall’entrata in vigore dell’accordo è disapplicato l’accordo 11 luglio 2019.

Parità di genere: perché può essere un valore aggiunto in azienda

27/02/2024 - Sono molti i benefici per le aziende che sviluppano politiche dedicate alla riduzione del divario di genere. Alla crescita delle competenze ed all’incremento della qualità dei processi si aggiunge anche il rafforzamento della reputazione dell’impresa. Ma i vantaggi non finiscono qui. La certificazione della parità di genere porta con sé sgravi contributivi. Cosa può fare il legislatore per contribuire a limitare il gender pay gap? Il Ministro del Lavoro del Governo Prodi, Cesare Damiano, spiega a IPSOA Quotidiano i temi oggetto del suo intervento al 13° Forum One LAVORO, dedicato a “Il lavoro che cambia: novità 2024”, organizzato da Wolters Kluwer in collaborazione con Dottrina Per il Lavoro, che si svolge a Modena il 27 febbraio 2024 e in live streaming. Sono molti i benefici per le aziende che sviluppano politiche dedicate alla riduzione del divario di genere. Alla crescita delle competenze ed all’incremento della qualità dei processi si aggiunge anche il rafforzamento della reputazione dell’impresa. Ma i vantaggi non finiscono qui. La certificazione della parità di genere porta con sé sgravi contributivi. Cosa può fare il legislatore per contribuire a limitare il gender pay gap? Il Ministro del Lavoro del Governo Prodi, Cesare Damiano, spiega a IPSOA Quotidiano i temi oggetto del suo intervento al 13° Forum One LAVORO, dedicato a “Il lavoro che cambia: novità 2024”, organizzato da Wolters Kluwer in collaborazione con Dottrina Per il Lavoro, che si svolge a Modena il 27 febbraio 2024 e in live streaming.

Ispettorato Nazionale Lavoro: quali saranno le azioni per contrastare il lavoro nero e gli appalti illeciti?

27/02/2024 - Implementare le iniziative di contrasto al lavoro “nero” e al fenomeno degli appalti illeciti, migliorare l’azione ispettiva in materia di salute e sicurezza dei lavoratori, nonché aiutare le parti nel dirimere il contenzioso. Sono alcuni degli ambiti in cui l’INL andrà a rafforzare la propria azione nel 2024. Il Direttore dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, Paolo Pennesi, spiega nell’intervista a IPSOA Quotidiano i temi oggetto del suo intervento al 13° Forum One LAVORO, dedicato a “Il lavoro che cambia: novità 2024”, organizzato da Wolters Kluwer in collaborazione con Dottrina Per il Lavoro, che si svolge a Modena il 27 febbraio 2024 e in live streaming. Implementare le iniziative di contrasto al lavoro “nero” e al fenomeno degli appalti illeciti, migliorare l’azione ispettiva in materia di salute e sicurezza dei lavoratori, nonché aiutare le parti nel dirimere il contenzioso. Sono alcuni degli ambiti in cui l’INL andrà a rafforzare la propria azione nel 2024. Il Direttore dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, Paolo Pennesi, spiega nell’intervista a IPSOA Quotidiano i temi oggetto del suo intervento al 13° Forum One LAVORO, dedicato a “Il lavoro che cambia: novità 2024”, organizzato da Wolters Kluwer in collaborazione con Dottrina Per il Lavoro, che si svolge a Modena il 27 febbraio 2024 e in live streaming.

Rendicontazione di sostenibilità: nuovi ostacoli per la professione

21/02/2024 - L’Associazione Nazionale dei Commercialisti evidenzia che lo schema di decreto di recepimento della direttiva (UE) 2022/2464 Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD), sugli obblighi di rendicontazione societaria di sostenibilità, ora in consultazione pubblica sul sito del MEF, stabilisce, tra le altre cose, i requisiti necessari per la relativa attività di attestazione di conformità. Secondo ANC si assiste ancora una volta alla costruzione di nuovi limiti e nuovi ostacoli allo svolgimento della professione. Si va verso la paradossale situazione per la quale, per svolgere quanto il nostro ordinamento già prevede e su cui si avrebbero tutte le competenze necessarie, i commercialisti debbano abilitarsi e andare a comporre un ennesimo elenco, che si va ad aggiungere ai numerosi già esistenti per attività che già sono noverate nel loro patrimonio professionale. L’Associazione Nazionale dei Commercialisti evidenzia che lo schema di decreto di recepimento della direttiva (UE) 2022/2464 Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD), sugli obblighi di rendicontazione societaria di sostenibilità, ora in consultazione pubblica sul sito del MEF, stabilisce, tra le altre cose, i requisiti necessari per la relativa attività di attestazione di conformità. Secondo ANC si assiste ancora una volta alla costruzione di nuovi limiti e nuovi ostacoli allo svolgimento della professione. Si va verso la paradossale situazione per la quale, per svolgere quanto il nostro ordinamento già prevede e su cui si avrebbero tutte le competenze necessarie, i commercialisti debbano abilitarsi e andare a comporre un ennesimo elenco, che si va ad aggiungere ai numerosi già esistenti per attività che già sono noverate nel loro patrimonio professionale.

Bilancio di sostenibilità: chi deve redigerlo e perchè

21/02/2024 - Quali sono i soggetti obbligati alla redazione del bilancio di sostenibilità? E quali possono essere le motivazioni che spingono un'impresa alla predisposizione di tale tipologia di bilancio? Anche le imprese non (ancora) obbligate alla rendicontazione di sostenibilità possono scegliere di pubblicare un bilancio di sostenibilità, con l’obiettivo di trasmettere al mercato l'immagine di un'azienda affidabile e attenta all’ambiente e alle politiche sociali. In un futuro ormai prossimo, infatti, le aziende saranno valutate dal mercato non soltanto per l'aspetto reddituale-patrimoniale ma anche per le performance di sostenibilità. La mancata pubblicazione di tale tipologia di bilancio potrebbe quindi pregiudicare l'immagine di un’azienda, pur in presenza di buoni risultati economico-patrimoniali e finanziari. Quali sono i soggetti obbligati alla redazione del bilancio di sostenibilità? E quali possono essere le motivazioni che spingono un'impresa alla predisposizione di tale tipologia di bilancio? Anche le imprese non (ancora) obbligate alla rendicontazione di sostenibilità possono scegliere di pubblicare un bilancio di sostenibilità, con l’obiettivo di trasmettere al mercato l'immagine di un'azienda affidabile e attenta all’ambiente e alle politiche sociali. In un futuro ormai prossimo, infatti, le aziende saranno valutate dal mercato non soltanto per l'aspetto reddituale-patrimoniale ma anche per le performance di sostenibilità. La mancata pubblicazione di tale tipologia di bilancio potrebbe quindi pregiudicare l'immagine di un’azienda, pur in presenza di buoni risultati economico-patrimoniali e finanziari.

Revisori legali: rendicontazione di sostenibilità tra le nuove materie programma annuale per la formazione 2024

19/02/2024 - Il Consiglio Nazionale dei Commercialisti, con l’informativa n. 13/2024 del 19 febbraio 2024, comunica che con Determina del Ragioniere Generale dello Stato è stato adottato il programma annuale di formazione per i revisori legali 2024. La principale novità del programma formativo per i revisori legali 2024 è rappresentata dall’introduzione di un nuovo gruppo di materie, contraddistinto dalla lettera D), riguardanti alcuni temi relativi alla rendicontazione di sostenibilità e all’attestazione della conformità della rendicontazione di sostenibilità. Il Consiglio Nazionale dei Commercialisti, con l’informativa n. 13/2024 del 19 febbraio 2024, comunica che con Determina del Ragioniere Generale dello Stato è stato adottato il programma annuale di formazione per i revisori legali 2024. La principale novità del programma formativo per i revisori legali 2024 è rappresentata dall’introduzione di un nuovo gruppo di materie, contraddistinto dalla lettera D), riguardanti alcuni temi relativi alla rendicontazione di sostenibilità e all’attestazione della conformità della rendicontazione di sostenibilità.

Bando ISI: compilazione e registrazione delle domande dal 15 aprile

21/02/2024 - L’INAIL ha comunicato che dal 15 aprile sarà aperta la procedura informatica per la compilazione e registrazione delle domande Isi 2023 e il 30 maggio la tabella temporale per il funzionamento dello sportello informatico. L’INAIL ha comunicato che dal 15 aprile sarà aperta la procedura informatica per la compilazione e registrazione delle domande Isi 2023 e il 30 maggio la tabella temporale per il funzionamento dello sportello informatico.

Crediti d'imposta: al via l'iscrizione nell'Albo dei certificatori

21/02/2024 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha pubblicato il decreto 21 febbraio 2024 di attuazione del DPCM 15 settembre 2023 recante la disciplina per la certificazione del credito di imposta in materia di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica. In particolare il decreto dispone in materia di modalità informatiche e termini per la presentazione delle domande di iscrizione all’Albo dei certificatori, di regole e procedure per la verifica delle domande di iscrizione, di formazione, aggiornamento e gestione dello stesso, di modalità informatiche attraverso le quali le imprese richiedono l’accesso alla procedura ed individuano il certificatore, di modalità per il versamento al bilancio dello Stato dei diritti di segreteria stabiliti per la certificazione e di ogni tributo dovuto. Dalle ore 12.00 del 21 febbraio 2024, persone fisiche, imprese, università ed enti di ricerca in possesso dei requisiti tecnici, possono inviare la domanda di candidatura mediante la registrazione sulla piattaforma informatica predisposta dal MIMIT. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha pubblicato il decreto 21 febbraio 2024 di attuazione del DPCM 15 settembre 2023 recante la disciplina per la certificazione del credito di imposta in materia di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica. In particolare il decreto dispone in materia di modalità informatiche e termini per la presentazione delle domande di iscrizione all’Albo dei certificatori, di regole e procedure per la verifica delle domande di iscrizione, di formazione, aggiornamento e gestione dello stesso, di modalità informatiche attraverso le quali le imprese richiedono l’accesso alla procedura ed individuano il certificatore, di modalità per il versamento al bilancio dello Stato dei diritti di segreteria stabiliti per la certificazione e di ogni tributo dovuto. Dalle ore 12.00 del 21 febbraio 2024, persone fisiche, imprese, università ed enti di ricerca in possesso dei requisiti tecnici, possono inviare la domanda di candidatura mediante la registrazione sulla piattaforma informatica predisposta dal MIMIT.

Bonus pubblicità: prenotazioni dal 1° marzo

17/02/2024 - A partire dal 1° marzo e fino al 2 aprile 2024, imprese, professionisti ed enti non commerciali possono prenotare il bonus pubblicità per gli investimenti effettuati e/o da effettuare nel 2024. La comunicazione deve essere inviata tramite lo specifico servizio disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate, direttamente da parte dei soggetti interessati o avvalendosi di intermediari abilitati alla trasmissione delle dichiarazioni. Il bonus spetta per i soli investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online. Per beneficiarne, è necessario che l’ammontare complessivo degli investimenti pubblicitari realizzati nel 2024 superi almeno dell’1% l’importo degli analoghi investimenti effettuati nel 2023. Cosa indicare nella comunicazione? A partire dal 1° marzo e fino al 2 aprile 2024, imprese, professionisti ed enti non commerciali possono prenotare il bonus pubblicità per gli investimenti effettuati e/o da effettuare nel 2024. La comunicazione deve essere inviata tramite lo specifico servizio disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate, direttamente da parte dei soggetti interessati o avvalendosi di intermediari abilitati alla trasmissione delle dichiarazioni. Il bonus spetta per i soli investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online. Per beneficiarne, è necessario che l’ammontare complessivo degli investimenti pubblicitari realizzati nel 2024 superi almeno dell’1% l’importo degli analoghi investimenti effettuati nel 2023. Cosa indicare nella comunicazione?

Mediazione: le modalità di richiesta del credito d'imposta

23/02/2024 - Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili comunica che la Commissione Adr del Consiglio nazionale ha elaborato un’utile infografica finalizzata alla diffusione di utili indicazioni circa la modalità di richiesta del credito d’imposta spettante alle parti che partecipano ad una procedura di mediazione e che hanno assolto al pagamento delle indennità di mediazione, dei compensi per l'assistenza legale e del contributo unificato. Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili comunica che la Commissione Adr del Consiglio nazionale ha elaborato un’utile infografica finalizzata alla diffusione di utili indicazioni circa la modalità di richiesta del credito d’imposta spettante alle parti che partecipano ad una procedura di mediazione e che hanno assolto al pagamento delle indennità di mediazione, dei compensi per l'assistenza legale e del contributo unificato.

Riforma della giustizia civile: nuove misure per la razionalizzazione e semplificazione delle procedure

16/02/2024 - Il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo che prevede disposizioni integrative e correttive al decreto che disciplina gli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie e introduce misure urgenti di razionalizzazione dei procedimenti in materia di diritti delle persone e delle famiglie nonché in materia di esecuzione forzata. Il provvedimento si inserisce nel quadro degli impegni assunti con il PNRR, ed è indirizzato alla semplificazione, speditezza e razionalizzazione del processo civile. Continua l’attuazione della completa digitalizzazione del processo civile e dell’eliminazione di adempimenti od oneri a carico delle parti ritenuti ormai superflui. Il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo che prevede disposizioni integrative e correttive al decreto che disciplina gli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie e introduce misure urgenti di razionalizzazione dei procedimenti in materia di diritti delle persone e delle famiglie nonché in materia di esecuzione forzata. Il provvedimento si inserisce nel quadro degli impegni assunti con il PNRR, ed è indirizzato alla semplificazione, speditezza e razionalizzazione del processo civile. Continua l’attuazione della completa digitalizzazione del processo civile e dell’eliminazione di adempimenti od oneri a carico delle parti ritenuti ormai superflui.

Scissione mediante scorporo: analisi della disciplina civilistica e profili applicativi

14/02/2024 - Consiglio e Fondazione nazionali dei commercialisti hanno pubblicato il documento dal titolo “La scissione mediante scorporo: analisi della disciplina civilistica e profili applicativi”. Considerata la novità delle previsioni che connotano la disciplina di questa tipologia di scissione e considerato l’interesse riscontrato nella prassi professionale, Consiglio e Fondazione nazionali hanno ritenuto opportuno effettuare un’analisi dei profili civilistici dell’operazione, illustrandone i tratti peculiari e dando conto di talune criticità sorte in sede di prima interpretazione del testo normativo in particolare dal punto di vista fiscale. Consiglio e Fondazione nazionali dei commercialisti hanno pubblicato il documento dal titolo “La scissione mediante scorporo: analisi della disciplina civilistica e profili applicativi”. Considerata la novità delle previsioni che connotano la disciplina di questa tipologia di scissione e considerato l’interesse riscontrato nella prassi professionale, Consiglio e Fondazione nazionali hanno ritenuto opportuno effettuare un’analisi dei profili civilistici dell’operazione, illustrandone i tratti peculiari e dando conto di talune criticità sorte in sede di prima interpretazione del testo normativo in particolare dal punto di vista fiscale.

Quotidiano Giuridico

Whistleblowing: le linee guida ANAC

28/02/2024 - In continuità con le indicazioni del Garante, l'obiettivo è il rispetto della riservatezza nella gestione delle segnalazioni

Procedimento disciplinare nel pubblico impiego: l'istruttoria e l'adozione della sanzione

28/02/2024 - Il ''patteggiamento disciplinare'' e la determinazione concordata della sanzione

Revoca dell'affidamento al servizio sociale: si valuta il comportamento complessivo dell'affidato

28/02/2024 - Il tribunale di sorveglianza deve verificare se le violazioni riscontrate costituiscano un fatto incompatibile con la prosecuzione della prova (Cassazione n. 3338/2024)

Speciali

Pace fiscale

Fonte: ipsoa.it

Reddito di cittadinanza

Fonte: ipsoa.it

Quota 100 e pensioni 2019

Fonte: ipsoa.it

Fattura elettronica

Fonte: ipsoa.it

Tariffe Inail 2019

Fonte: ipsoa.it

Auto: ecotassa e bonus 2019

Fonte: ipsoa.it

Fondo Garanzia PMI

Fonte: ipsoa.it

Video

Corso e-learning multilingua GDPR

Corso e-learning multilingua GDPR

Guarda i video
Lavoro in formazione, tutte le risposte su apprendistato, tirocinio e alternanza scuola - lavoro

Lavoro in formazione, tutte le risposte su apprendistato, tirocinio e alternanza scuola - lavoro

Guarda i video